Nammi – Iceland outside the circle is an attempt to narrate the Atlantic island through unconventional trajectories.
*
Nammi – Islanda al di fuori del cerchio è un tentativo di raccontare l’isola atlantica seguendo traiettorie non convenzionali.

~

HOME

Nammi – Iceland outside the circle is an attempt to narrate the Atlantic island through unconventional trajectories.
*
Nammi – Islanda al di fuori del cerchio è un tentativo di raccontare l’isola atlantica seguendo traiettorie non convenzionali.

~

HOME

ITA

La circolarità è l’elemento distintivo delle isole. Le isole sono limitate: per definizione, circoscritte. Tutto quel che contengono è soggetto a essere intrappolato sia fisicamente che idealmente, rinchiuso dentro le barriere dei mari e, talvolta, quelle dei luoghi comuni.

L’Islanda non si sottrae alla regola, cinta com’è dalle acque del Nord, segnata nel suo periplo da una strada che la rende percorribile e allo stesso tempo ne restringe gli orizzonti. Perché la Ring Road, la *strada ad anello* sognata dai viaggiatori di tutto il mondo, offre uno sguardo certo ipnotico, ma anche parziale, sull’essenza del Paese.

L’Islanda si sviluppa piuttosto nelle sue diramazioni periferiche, nella miriade di strade secondarie che si srotolano a partire dal centro, alla maniera di una rotella di liquirizia ripiena, uno dei dolci preferiti dai locali.

Nammi – Islanda al di fuori del cerchio è un tentativo di raccontare l’isola atlantica seguendo traiettorie non convenzionali. Dall’interno (del Paese), ma anche al di fuori (del suo cerchio principale). Francesco Perini e Leonardo Piccione vivono in Islanda, nella regione nord-orientale, ed è da lì che cominciano questo viaggio alla ricerca di luoghi, suoni e voci che costituiscono l’anima più intima dell’Islanda. Sei personaggi, sei storie, sei episodi di un quarto d’ora circa: il tempo di scartare una caramella e assaporarla per bene.

document image

Nammi vuol dire “caramella” in islandese, e indica tutta una serie di bizzarri dolciumi di cui i locali vanno ghiotti. Una delle componenti più peculiari di tali leccornie è la liquirizia, che in Islanda si è affermata nei decenni come ingrediente base di numerosi snack grazie alle sue proprietà medicamentose e alle restrizioni commerciali cui è stato sottoposto il mercato islandese fino agli anni Novanta.

Al di fuori del cerchio è una poesia di Steinn Steinarr, autore della prima metà del Novecento, esponente dei cosiddetti “poeti atomici”, portavoci della nuova generazione urbana in crisi di identità.

*

Cammino in cerchio
intorno a tutto ciò che esiste.
E al di fuori del cerchio
sta il mio mondo.

(da Utan hringsins, di Steinn Steinarr. Traduzione di Silvia Cosimini)

Small Victories